Rush di fine stagione anche per il cinema invisibile, che riaccende ben due schermi (LUX e TORRESINO) a causa di "problemi di abbondanza". Sembra assurdo, ma pur aumentando le possibilità di proiezione (nuove sale, multiplex…), per certi film le occasioni di uscita restano ridotte, le teniture si rivelano irrisorie. D'altronde il meccanismo commerciale (lo ripetiamo ad ogni nuovo ciclo) è impietoso: se l'incasso domenicale non è congruo anche un bel film deve "sparire" in fretta, se poi l'uscita nazionale (Roma, Milano) ha già dato indicazione della sua debolezza al botteghino, neppure può aspettarsi un'uscita "di rango" per un fine settimana padovano. 
Così diventa fin tropo facile pescare nel mucchio di questo misconosciuto cinema d'essai: c'è solo il rischio dell'insuccesso! Forse, una volta rotto il ghiaccio, il passaparola darà ragione alla verve cinefila di certi titoli di nicchia e allora… Abbiamo bucato a fine aprile con un film-doc come Snatch (una vera desolazione i risultati nel ponte del 1° maggio), abbiamo compensato alla grande con La comunidad e con il proseguimento di Sotto la sabbia, che in prima visione non aveva certo brillato; buttiamo ora sulla piazza, con questa nuova serie di cinema invisibile, una pioggia di prime visioni "minori" e di  percorsi (speriamo) stimolanti, in ogni caso "esemplari" della visione del cinema che
LUX e TORRESINO tentano di promuovere in città.  
Si parte giovedì 10 maggio al circolo the Last Tycoon con
Amores Perros, un'opera prima messicana candidata all'oscar e "ovviamente" trascurata perché tanto bella quanto ostica, "fatta della pasta più sgradevole e più vera del cinema". La cadenza del programma prevede quindi un'abbinata settimanale (al lunedì al LUX, al giovedì al TORRESINO) che offre altri titoli "isolati" da riscoprire (L'ombra del vampiro, L'infedele) e alcune mini-rassegne che cercano di evidenziare quei percorsi sotterranei che sono una delle piacevoli sorprese del cinema d'essai. Così al TORRESINO abbiamo abbinato il "didattico" RKO 281 con una serata gratuita in cui non solo riproporremo un capolavoro come Quarto potere, ma presenteremo una riflessione su come Orson Wells genialmente utilizzò, in quel lontano 1941, la struttura del "tempo" nel racconto cinematografico. In parallelo al LUX ecco articolarsi una mini-personale di Robert Guédiguian, con i suoi ultimi tre film (gli unici distribuiti in Italia), Marius e Jeanette, Al posto del cuore, La ville est tranquille: opere originali di un vero autore, sincero, "scomodo", poco accomodante e poco reclamizzato (impegno civile alto = incassi cinematografici bassi?). Più misteriosa la marginalità sul mercato di opere come Thomas in love (assai apprezzato al festival di Venezia); Il tempo dei cavalli ubriachi, elogiatissima (e dimenticatissima) nuova testimonianza del valore simbolico e sociale del cinema iraniano; La partita (La difesa di Luzhin) da tempo atteso dai patiti di scacchi e dai cultori di Nabokov (il film è tratto da un suo romanzo, scritto in russo, del 1929). Tutte prime visioni come pure Girlfight che esalta il valore delle coincidenze mettendo sullo schermo le peripezie di una ragazza che vuole cimentarsi nel pugilato e che trova la stessa ostilità di pregiudizio incontrata dal protagonista di Billy Elliot nell'affermare la propria passione per il balletto classico (guantoni o tutù?). Infine, per non perder le buone abitudini "nazionalistiche" abbiamo voluto chiudere la stagione con due titoli italiani davvero inopinatamente dimenticati: Tobia al caffè si avvale della regia di un autore maturo come Gianfranco Mingozzi, di soggetto  e sceneggiatura di Marco Lodoli  e dell'interpretazione del padovano Roberto Citran. Estate romana è un altro dei titoli ben accolti alla  Mostra del Lido e poi archiviati tra i "successi mediocri", da far uscire solo in mancanza di meglio… Per noi invece quello di presentare il film di Matteo Garrone è una scelta precisa, dedicata a quanti ancora credono che le occasioni offerte al cinema italiano siano passi importanti per farlo crescere. Gli appuntamenti in sala con Mingozzi (o Citran) e Garrone chiudono in bellezza i nostri incontri con gli autori di quest'anno (Calogero, Campiotti, Scimeca, Piva, Labate). Speriamo di vedervi, ancora una volta, numerosi e partecipi.

e.l. presentazione programma LUX-TORRESINO maggio-giugno 2001

 

 

LUX  
lunedì
  ore 21

 

TORRESINO
giovedì ore 21

 
     

giovedì 10/5
Amores Perros
Alejandro Gonzalez Iñarritu - Messico 2000

 
 

lunedì 14/5
L'ombra del vampiro

E. Elias Merhige - USA/Gran Bretagna 2000

 

giovedì 17/5
Thomas in Love PRIMA VISIONE
Pierre-Paul Renders - Francia/Belgio 2000

 
 

 

riflessioni su un capolavoro

 
 

lunedì 14/5
L'
infedele

Liv Ullmann - Svezia 2000

 

giovedì 24/5
RKO 281
Benjamin Ross - USA 1999

 
  3 film di Robert Guédiguian  

 
 

lunedì 28/5
Marius e Janette
-
Francia 1997

 

giovedì 31/5
Quarto potere
Orson Welles
- USA 1941
a seguire: presentazione del video didattico
strutture narratologiche: IL TEMPO
(in Citizen Kane)

 
 

lunedì 4/6
Al posto del cuore
-
Francia 1998

 

giovedì 7/6
La partita PRIMA VISIONE
Marleen Gorris - Gran Bretagna/Ungheria 2000

 
 

lunedì 11/6
La ville est tranquille
-
Francia 2000

 

giovedì 14/6
Il tempo dei cavalli ubriach
i
PRIMA VISIONE
Bahman Ghobadi - Iran 2000

 
 

guantoni

 

o tutù?

 
 

lunedì 18/6
Girlfight PRIMA VISIONE
Karyn Kusama - USA 2000

 

giovedì 21/6
Billy Elliot
Stephen Daldry - Gran Bretagna 2000

 
 

incontri   con   il

 

cinema   italiano

 
 

lunedì 25/6
Tobia al caffè PRIMA VISIONE
Gianfranco Mingozzi - Italia 2000

 

giovedì 28/6
Estate Romana PRIMA VISIONE
Matteo Garrone - Italia 2000

 
 

sarà presente in sala il regista o l'interprete R. Citran

 

sarà presente in sala il regista

 
 

 

 

 

Con il mese di maggio il circolo the Last Tycoon e la libreria MEL bookstore hanno  ideato un'originale forma di collaborazione che punta a valorizzare la finalità culturale del circolo e a rivitalizzare il settore cinema di una libreria che già si è segnalata in città per l'ariosa e organica struttura espositiva. Presso MEL bookstore, oltre al repertorio standard dell'editoria cinematografica, potrete trovare, grazie al circolo The Last Tycoon, una serie di pubblicazioni "alternative" provenienti da enti, festival e rassegne varie nonché un'esclusiva collezione di press-book, quegli opuscoli specifici sui film, a fatica reperibili presso gli uffici stampa… Una vera "chicca" per cinefili! Dal canto suo MEL bookstore praticherà lo sconto del 10% sul prezzo di copertina del materiale librario a quanti esibiranno la tessera sociale del circolo The Last Tycoon.

elenco depliant