La figlia di un soldato non piange mai (A Soldier's Daughter Never Cry)
James Ivory - Gran Bretagna 1998 - 1h 40'

da Sette - supplemento Corriere della Sera (Claudio Carabba)

   Ritratto di un romanziere americano con famiglia, nella dolce Parigi "primi anni Sessanta" e poi in una solitaria cittadina americana (si torna sempre a casa per morire). Tratto da un libro autobiografico di Kayle Jones (figlia di James Jones, l'autore di Da qui all'eternità e La sottile linea rossa), La figlia di un soldato non piange mai (gran bel titolo) ci presenta un James film precedente in archivio Ivory film successivo in archivio insolito, poco ornamentale e molto contemporaneo. Nonostante che l'io narrante sia la fanciulla, il regista sceglie una forma narrativa estraniata e spaesante, senza una prospettiva e un centro di gravità permanente. Come una camera con vista sulla vita che scorre lentamente.

TORRESINO - James Jones e il cinema ottobre/dicembre 1999

"al cinema con..." James Jones (Robinson/Illinois, 6 novembre 1921 - Southampton/New York, 9 maggio 1977)

1953 Da qui all'eternità di Fred Zinnemann - b/n (dal romanzo omonimo)
.........J. Jones fa anche una breve comparsa come attore (non accreditato) e compone una delle canzoni della colonna sonora
1958 Qualcuno verrà di Vincent Minnelli (dal romanzo omonimo)
1962 Il giorno più lungo di Ken Annakin-Andrew Marton-Bernhard Wicki - b/n (collaborazione alla sceneggiatura)
1964 La sottile linea rossa di Andrew Marton - b/n (dal romanzo omonimo)
1979 Da qui all'eternità di Buzz Kulick (serie tv - dal romanzo omonimo)
1998 La figlia di un soldato non piange mai (dalla biografia della figlia Kaylie Jones)
1998 La sottile linea rossa di Terrence Malick (dal romanzo omonimo)

......