SNCCI VENETO

Mission to Mars
Brian De Palma – USA 20002h 10’

La tempesta di sabbia si abbatte con furia sul pianeta rosso. La montagna pietrosa, la cui strana sommitÓ ghiacciata aveva attratto la pattuglia terrestre, diventa un vortice mostruoso, sempre pi¨ pericoloso. Sparisce la calma desertica che aveva accompagnato questa prima esplorazione su Marte (anno 2020), e la paura dell'ignoto avanza. Dopo un prologo familiar-cameratesco per introdurre gli astronauti protagonisti, presto l'avventura spaziale vecchio stampo viene celebrata, fra dÚcor da fumetto ed effetti speciali: Mission to Mars mantiene ci˛ che aveva promesso non senza ulteriori colpi di coda. Il virtuosistico Brian De Palma (Mission impossible), storico ammiratore di Hitchcock e dei generi classici, si lancia qui nella fantascienza con un kolossal che ha il respiro intenso e solenne dei grandi western crepuscolari. Una squadra di astronauti inviata su Marte deve salvare l'unico sopravissuto della precedente, disastrosa missione, addentrandosi nel pianeta quasi fosse in territorio indiano, sotto la minaccia di un nemico invisibile. Come nei film di Howard Hawks, la solidarietÓ del gruppo si cementa attraverso dialoghi ed eroismi, mentre in filigrana si legge l'antologia della fantascienza cinematografica, da Flash Gordon al Pianeta proibito, da Kubrick a Spielberg. Negli Usa De Palma Ŕ stato criticato per questa abbondanza di stereotipi, e invece la chiave del film Ŕ proprio nella riuscita nostalgia - amplificata da ricordi familiari e raccontata con stupefatta, crescente emozione - verso un genere che ci prometteva lo spazio, mentre la realtÓ ci ha dato solo il cyberspazio.Fra i personaggi per una volta non da videogame (donne e uomini "veri", sempre a rischio fisico e segnati da lutti) il comandante Tim Robbins e Gary Sinise, eroe stanco ma non arreso, sono i migliori della compagnia.

Paolo Lughi - Il Piccolo