Triplo gioco (The Good Thief)
Neil Jordan - Francia/Gran Bretagna/Canada/Irlanda 2002 - 1h 48'

da Il Corriere della Sera (Maurizio Porro)

     un giallo classico e non classico, antico e moderno, divertente ed emozionante, casuale e ragionato, il cosmopolita Triplo gioco. Lo firma l'irlandese Jordan (La moglie del soldato, Michael Collins), con un pensiero grato al maestro francese del noir, Melville (Bob le flambeur), ma anche al pi¨ commerciale Verneuil. Tutto per raccontare ancora una volta con sentimento il colpo grosso ai quadri del caveau del Casin˛ di Montecarlo, progettato e attuato da uno sbandato cocainomane, giocatore sfortunato alla Dostoevskij, col suo gruppo di balordi. Per una volta la sorpresa finale Ŕ davvero una sorpresa, il film d'azzardo acquista una sua dimensione etico-estetica e il carattere del personaggio, un grande Nick Nolte tutto giocato al ribasso come se fosse Cagney o Mitchum dei tempi d'oro, acquista un valore di attrazione fatale, oltre che di perdente tradito dalla vita con classe. Tra doppi sogni, doppi giochi e doppie veritÓ, si gioca al cinema nel cinema.

i giovedý del cinema invisibile TORRESINO ottobre-dicembre 2003

pesci piccoli, colpi grossi