blog

MANTA RAY – Phuttiphong Aroonpheng # Tailandia/Francia/Cina 2018 (105′)

In un villaggio costiero thailandese un pescatore si imbatte in un uomo ferito e privo di sensi. Portatolo in salvo, gli offre amicizia e ospitalità, e gli dà anche un nome, dato che è completamente incapace di parlare. Quando il pescatore scompare all’improvviso in mare, l’ospite incomincia lentamente ad impadronirsi della vita dell’amico… Fulminante apologo sul senso profondo del sopravvivere (dedicato alla tragedia dei rifugiati Rohingya) Manta Ray è un film che lavora per sottrazione, si affida a impercettibili snodi narrativi. Un’opera visivamente affascinante, luminosa, rarefatta, incisiva come un poema.

3,00 @
SCHEDA

No comments