gennaio 2024
archivio

periodico di cinema, cultura e altro... ©
 

n° 87
Reg.1757 (PD 20/08/01)

 
 

  Primo numero del 2024 e doverosa analisi di chiusura dell’anno trascorso. Siamo riusciti a tenere una cadenza di uscita quasi mensile (10 numeri in 12 mesi) e vi abbiamo raccontato di 5 festival internazionali (Torino, Berlino, Udine, Locarno, Venezia); non sono mancati gli sguardi d’arte, le nostre amate pillole western (4) e abbiamo recensito oltre 40 film. In questa pagina trovate la cronaca e le schede critiche dall'ultimo Torino Film Festival e,  come tradizione, la classifica dei 10 migliori film dell'anno, stilata sulla base delle scelte dei membri della nostra redazione: una lista da mettere nella vostra agenda cinefila.

 
 

FESTIVAL DI TORINO                                        

 

24 novembre - 2 dicembre 2023

  L'ultima direzione di Steve Della Casa non è stata forse all'altezza delle aspettative, ma il TFF 2023 resterà comunque nel cuore, almeno per il suo appassionato tributo ad uno di nostri miti cinefili, John Wayne. Il manifesto con la bella immagine grafica dell'abbraccio tra Ethan e Debbie e con la citazione di Jean-Luc Godard (Come posso io odiare John Wayne e poi amarlo teneramente quando prende improvvisamente in braccio Natalie Wood negli ultimi minuti di Sentieri Selvaggi?) ha accolto un pubblico in ogni caso numeroso (oltre 44.000 presenze con quasi 2000 accreditati) che ha potuto godere di uno speciale evento collaterale costituito dalla mostra The World of Tim Burton.

L'aspetto meno convincente di questa vetrina torinese lo si può individuare relativamente al concorso, con titoli (14 in tutto) non sempre memorabili e soprattutto con un verdetto della giuria che ha giudicato quale miglior film La palisiada di Philip Sotnychenko (Ucraina), con una motivazione più politicamente corretta che coerente (film complesso, di grande libertà registica nella costruzione delle scene che, concatenandosi trovano il loro senso autonomo. Il regista, alla sua opera prima, dimostra assoluta padronanza di mezzi). Condividere questa motivazione nel guazzabuglio di realtà e rappresentazione che accompagna la cruenta indagine della polizia ucraina non è certo facile...

La palisiada

Le ravissement

Più convincenti il premio speciale della giuria e la motivazione per Le Ravissement della francese Iris Kaltenbäck (film armonicamente riuscito, dove tutto concorre all’ottimo risultato finale. Iris Kaltenbäck, con la complicità degli interpreti Hafsia Herzi, Alexi Manenti e di tutto il cast, realizza un’opera prima matura e coinvolgente), suffragata anche dal riconoscimento ad Hafsia Herzi come miglior attrice. E va dato merito alla Fipresci di aver segnalato, con il suo premio, la qualità del coreano Birth.
Stimolanti in ogni caso le varie rassegne tra le quali ci ha dato particolare soddisfazione il Fuori Concorso che ha inanellato pregevoli prodotti (molti ereditati dai principali festival): da Do Not Expect Too Much From the End Of the World, Yannick e Essential Truths Of the Lake (Locarno) a Il cielo brucia (Berlino), da The Holdovers (Telluride Film Festival) al fantasy-horror francese Le règne animal (Cannes) e al documentario di Martone Un ritratto in movimento. Omaggio a Mimmo Jodice, presentato in sinergia con la mostra alle Gallerie d’Italia di Torino, Senza tempo, che ha esposto alcune delle opere più significative dell'artista napoletano.
Un'amorevole critica, per concludere, alla retrospettiva Mezzogiorno di fuoco - John Wayne: ha senso battezzare la rassegna con il titolo di un film "antagonista" allo spirito del Duke? E poi, certo ottima la scelta dei titoli in cartellone (Il grande sentiero, Il fiume rosso, I cavalieri del Nord Ovest, Hondo, Pugni, pupe e pepite, I tre della Croce del Sud, Il pistolero) ma nella presentazione del direttore si legge "Io amo John Wayne perché in un film solleva Natalie Wood verso il cielo, perché in un altro film va a parlare con la moglie morta innaffiando la tomba, perché in un altro ancora parla di un giovane affermando che è talmente bravo con la pistola che non ha bisogno di dimostrarlo. Se non fosse un mito, non avrebbe saputo mettere in scena la propria imminente morte in un film che parla esattamente di questo. E se non fosse John Wayne non avrebbe fatto un film che parla di scazzottate e ubriacature nei mari del sud solo perché voleva farsi una vacanza con i suoi migliori amici a base di bevute e, appunto, di scazzottate". Come hanno potuto mancare all'appello le proiezioni proprio di Sentieri selvaggi e Un dollaro d'onore?

Ezio Leoni

 
TOP-FILM 2023

uscita italiana: 1 gennaio - 31 dicembre


 

1


Foglie al vento
Kuolleet lehdet
Aki Kaurismäki # Finlandia 2023
 

Un uomo e una donna, una notte a Helsinki. I due hanno vite difficili segnate dal disagio e dalla precarietà, ma il loro incontro sarà l’inizio di una storia che li aiuterà ad amare di nuovo. Nel mondo d'oggi povertà, disoccupazione e guerra sembrano portarci verso il baratro, ma Kaurismäki ricorda che la soluzione è nella compassione, nel contatto, nell’amore.

2

3

4

5

6

7

8

9

10

>> >> >> >> >> >> >> >>

Ezio Leoni

Foglie al vento
Oppenheimer
Killers of the Flower Moon
Il cielo brucia
Il male non esiste
Anatomia di una caduta
Trenque Lauquen
Decision to Leave
Il maestro giardiniere
C'è ancora domani

Cristina Menegolli

Foglie al vento
Pacifiction
Killers of the Flower Moon
Trenque Lauquen
Tutta la bellezza e il dolore
Decision to Leave
Holy Spider
Asteroid City
Il male non esiste
Io capitano

Giovanni Martini

Io capitano
Foglie al vento
Dogman
Animali selvatici
C'è ancora domani
Oppenheimer
Trenque Lanquen
Il grande carro
Il sol dell'avvenire
Le mura di Bergamo

Licia Miolo

Foglie al vento
Tutta la bellezza e il dolore
Killers of the Flower Moon
Anatomia di una caduta
Decision to leave
Io capitano
Il male non esiste
Dogman
Asteroid City
Close

Matteo Pernini

Decision to Leave
Animali selvatici
Foglie al vento
Il cielo brucia
Trenque Lauquen
Il male non esiste
Oppenheimer
Rapito
Killers of the Flower Moon
Asteroid City

ulteriori segnalazioni (in ordine sparso)

As Bestas
Godland
Beau ha paura
Aftersun
La chimera
Benedetta
Ferrari
The Whale
Babylon
Gli ultimi giorni dell'umanità

>> TOP film anni precedenti <<

 

in rete dal 3 gennaio 2024

 
 

redazione!
redazione